Weekend positivo per il Team Duell Race al secondo appuntamento della serie Europea del GT Cup Open Europe organizzata dalla spagnola GT Sport che si svolge in contemporanea alla serie maggiore GT OPEN e che grazie alla massiccia copertura TV e dirette su SKY TV garantisce grande visibilità a team e piloti. Grazie alla splendida pista che ha fatto da cornice all’evento, nello storico e blasonato circuito di Spa Francorchamps, le prove libere dominate dal duo Bozzoni – Navarrete sulla Porsche 911 GT3 Cup numero #19 e il podio di gara 1 per l’equipaggio Pisani – Speakerwas sulla bianca vettura #11 sono ancora piu’ importanti. Dopo i 2 turni di libere del venerdi, alternati da un meteo incerto con sole la mattina e pioggia pomeridiana, rimane inciso il 2’29”, 134 staccato dall’equipaggio italo-spagnolo della vettura numero 19. Diverso l’esito delle qualifiche 1 del sabato mattina, che vedono rispettivamente la vettura 19 condotta da Fernando Navarrete all’ottavo posto, a pochi decimi dalle altre due Porsche che lo precedono, mentre nelle retrovie la vettura numero 11 condotta da Eugenio Pisani. Durante i giri di riscaldamento e prima di poter arrivare al’ingresso box per montare gomma nuova la vetura di Pisani si è dovuta fermare prematuramente in pista a causa di un cerchio danneggiato. Una combattuta gara 1 graziata dal meteo e corsa sotto uno splendido sole vede grande battaglia per le prime posizioni e la vettura #11 di Pisani attestarsi in settima posizione assoluta fino al cambio pilota; subentrato Speakerwas la gara riprende con una perdita di 3 posizioni all’uscita box e un duello per la rimonta e la difesa del decimo posto assoluto e il secondo di classe PROAM che regala il primo podio della stagione per il Team Duell Race e il quarto tempo assoluto tra i giri veloci di gara 1. Per la vettura #19 con Fernando Navarrete al via della partenza lanciata, la perdita delle due posizioni di griglia nel primo giro non scoraggia il forte pilota Spagnolo che subito riprende la posizione guadagnata in qualifica. Al cambio pilota subentra al voltante Stefano Bozzoni che, alla sua prima esperienza sulla vettura della casa di Stoccarda, migliora i cronologici di giro in giro e riesce a recuperare 4 posizioni chiudendo in tredicesima posizione assoluta.

La domenica mattina, piloti invertiti, al via delle qualifiche 2 troviamo Stefano Bozzoni che migliora il crono di libere e gara 1 con un tempo che lo vede in ottava fila della griglia di partenza pomeridiana. La vettura #11 condotta da Speakerwas si piazza nel secondo gruppo delle Porsche a causa di un lungo alla chicane Bus Stop che lo penalizza di 1 secondo e mezzo sul giro migliore. Partita gara 2 sono tanti i momenti contrastanti che caratterizzano i 50 minuti della competizione: la vettura #11, partita con Speakerwas al volante, giunge al box per il cambio pilota in nona posi-zione dopo una grande rimonta ma la gomma posteriore sinistra forata costringe ad un cambio di pneumatico non preventivato e un rientro in pista con Pisani che rimarrà penalizzato dal retrotreno sbilanciato per il resto della gara. Nonostante l’imprevisto il pilota Ravennate non si scoraggia e con due sorpassi piazzati in fila al penultimo ed ultimo giro guadagna l’ottava posizione nella classifica assoluta. Al volante della vettura #19 parte invece Stefano Bozzoni che nei sui quasi 25 minuti di gara realizza il suo miglior giro, fatto segnare in tutto il weekend, a ulteriore segno di un lavoro di crescita costante e determinazione a voler far bene in una pista mai vista prima e con una vettura mai guidata: di certo un debutto “impegnativo”. Al cambio pilota torna al volante il pilota Spagnolo che inanella una serie costante di giri in 2’29” quando un drive through lo costringe alla perdita di circa 27 secondi relegando il finale nuovamente in tredicesima posizione.